Libri pdf
http://www.frasicelebri.it/argomento/poesia/
http://www.frasicelebri.it/citazioni-e-aforismi/frasi/amore/
Italian English French German Portuguese Russian Spanish Turkish



Libri pdf
Home Vita

Vita di Vito Lorenzo Dioguardi


Share

 

Ciao a tutti, mi chiamo Vito Lorenzo Dioguardi e quella che vi presento è la mia storia.

 

18 Novembre 1980 - Nasco a Foggia, capoluogo della Capitanata, posta al centro del Tavoliere delle Puglie.

Avevo pochi giorni quando mi ribatté forte il cuore per il terremoto dell'Irpinia.


FOGGIA

 

1989 - 1990 -  Prime poesie raccolte su un'agenda;

 

1990             -  Prima poesia pubblica, a scuola, sulla Madonna;

 

1990 - 1994   - Sono stato bambino e adolescente come molti (purtroppo non tutti), a scuola non brillavo, passavo interi pomeriggi a leggere, scrivere e giocare a calcio nel giardino condominiale.

Io, mio fratello e tutti i ragazzi del quartiere, poi, eravamo patiti per il Calcio con la "C" maiuscola, quello di Zemanlandia.

Altri interessi, nati in itinere, erano le partite a Commodore 64 (andavo da un mio amico a giocarci) e la musica napoletana, pop e da discoteca.

 

1994 - 1999    -   Scuola superiore;

 

BARI

1999 - 2004       -   Università degli studi di Bari, corso di laurea in Lettere moderne;


16 Luglio 2004 - Una delle prime tappe importanti della mia vita è stata la Laurea in Lettere che ho "conquistato" a Bari, festeggiando poi con la mia famiglia.

La tesi in Storia del Risorgimento ha come titolo "La storiografia più recente sulla Repubblica Romana".

 

Avevo iniziato a studiare la storia di Roma antica poi quella moderna poi a seguire "'a Maggica" quindi a cercare di conoscere quanto più e quanto meglio la Citta Eterna.

 

ROMA

Aprile 2005 - Luglio 2005 - per seguire il Master in Storia e storiografia multimediale proposto dall'Università di Roma Tre e tenuto da una severa professoressa di origini sanseveresi mi trasferisco a Roma;

 

 

Gennaio 2006 - Coautore del volume I nonni di Roma raccontano la storia, edito per conto del Comune di Roma e del Master;


FOGGIA


19 Gennaio 2006 - Pubblicazione di un articolo, Orazio Apulo, su una rivista online;


30 Gennaio 2006/ 26 Aprile 2007 - Attività di giornalista per il G.S. Arpipattinatori Foggia;

 


19 Novembre 2006 - Darfo Boario Terme (BS) Prima supplenza nella scuola pubblica;

 

ROMA

Febbraio  2007      -   Iscrizione e frequenza corsi per seconda laurea in Scienze storiche all'Università di Roma Tre;

Aprile - 31 Luglio 2007 - Lavoro nel sociale;

 

BRESCIA (ROMA)

 

2006 - Lavoro da precario nella scuola pubblica italiana;

17 Luglio 2008 -   Laurea Triennale in Scienze storiche, Università di Roma Tre;

 

17 Agosto 2010 - terzo classificato al Premio Nazionale "Valerio Gentile";


Nel 2010 -  Sotto casa si prostituiscono, Boopen Editore, raccolta di racconti a tema sociale.

mercoledì 20 Aprile 2011 ore 17,30 - Palazzo Dogana (Foggia) Il destino della luna sul fiume (La Caravella Editrice).

Esso si basa sulla vera storia di alcuni miei indiretti parenti partiti alla volta della Merica. Ha per tema l'emigrazione/immigrazione e per argomenti l'amore per la patria, la ricerca della fortuna, la povertà e la ricchezza, il progresso e la tradizione, la civiltà agricola e quella urbana, l'onestà e la mafia ecc...;


14 Aprile 2012 - Terracina, sposo;


11 Febbraio 2013 -  Musa daunia, viaggio "mitologico" dentro la mia infanzia e la mia adolescenza, raccolta di luoghi e di uomini che mi hanno formato;

4 Ottobre 2013   -  Il sole sanguina fra gli ulivi, romanzo misto;

 

2014  - online sul sito meetale, Vite di sognatori sconosciuti (2013), Doberdò (2014) e altri componimenti;


2 Marzo 2016 -  Sidera Dantis, Youcanprint, raccolta poetica che medita sulla Medioevo dei nostri tempi; copertina di Rodolfo Lacquaniti Jr.

 

Aprile 2018 - Rak'a Rakà (Preghiera stupida, stupida preghiera), Youcanprint editore, è una nuova raccolta di liriche che parla del senso della speranza e della vita, del valore della morte e del significato del dedicare tutto se stessi all'amore e alla felicità degli affetti e dei valori in cui si crede. Impreziosita dall'arte fotografica dell'amico e fotografo Battista Lazzarini, risulta sperimentale per quel mix di lingue (anche latino, romanesco e napoletano) che si intervallano nelle pagine.

 

Ottobre 2019 - Sacro Telegono è una raccolta-abbozzo, ovvero un magazzino di materiale dal quale ho scelto di togliere poco e di stravolgere altrettanto.

Nel solco degli studi e del percorso umano poetico con un personaggio dimenticato sin dall'antichità ma centrale nel ruolo che ebbe e nell'idea di proseguo della materia epica postomerica, almeno nelle intenzioni del cigno di Chio, ho voluto esprimere ancora una volta i miei turbamenti davanti agli sconvolgimenti rudi di un'epoca incentrata sulla fatuità e sulla pseudoonnipotenza dell'uomo.

In Sacro Telegono, troverai, amico lettore, brevi saggi critici e molte poesie spigolose che richiamano alcune mie grandi passioni di lettore: i classici greco-romani, Belli, Pasolini e Luzi.

Credo di avere esaurito l'esigenza del dire a voce alta e che la prossima fatica poetica sarà la gioia di un ritorno alla tradizione metrica studiata, senza più abbassamenti stilistico-retorici, per altro non troppo apprezzati ma non fa nulla.

Buon viaggio, allora, sulle tracce di questo grande piccolo uomo che segna la fine della Grecia e l'inizio di un sogno che si chiamerà per tutti e per sempre Roma.




La storia continua...

Presto avrete nuove notizie...

Un abbraccio.

Buona vita! Buona poesia!