I miei libri
Libri pdf
http://www.frasicelebri.it/argomento/poesia/
http://www.frasicelebri.it/citazioni-e-aforismi/frasi/amore/
Italian English French German Portuguese Russian Spanish Turkish



Libri pdf
Home POLITICA Blog politico Cronistoria di una legge liberticida e del fariseismo di molta politica

Cronistoria di una legge liberticida e del fariseismo di molta politica


Share

Il 20 Maggio 2015 alla Camera un primo testo del ddl 2994 detto Buona Scuola è approvato.

PRIMA VOTAZIONE CAMERA

316 Sì

137 No

1 Astenuto


Il 25 Giugn0 2015 al Senato, con maxiemendamento e voto di fiducia, il testo modificato è approvato.

VOTAZIONE SENATO

159 Sì

112 No

Nessun astenuto

Il 9 Luglio 2015, di ritorno alla Camera, come per prassi, viste le modifiche al testo avutesi in Senato, il testo è approvato.

277 Sì

173 No

4 Astenuti






---

Se si fa un ragionamento più logico che politico (ma essi sono sinonimici), si valuterà che nella prima votazione alla Camera di 630 deputati hanno votato appena 454 elementi.

Nella prima votazione alla Camera 176 deputati NON HANNO VOTATO.

(Infatti FI e altre opposizioni uscirono dall'Aula, di fatto abbassando il quorum richiesto e favorendo il Governo).


137 no + 176 usciti = 313 CONTRARI ALLA RIFORMA!

316 vs 313 alla Camera è praticamente passata per 3 soli voti!!!


---

Voto di fiducia al Senato. Medesimi giochi.

315 senatori più 6 senatori a vita: totale 321. 159 sì (nei sì ci sono anche i Senatori a Vita, istituzione che troppo spesso sta salvando i governi) e 112 no ma 44 (o 50) fuoriusciti.

Se i fuoriusciti fossero rimasti i no sarebbero stati 112+44 156. Se si considera che i fuoriusciti sarebbero stati anche più di 44, considerando i senatori a vita che hanno votato sì, il Governo sarebbe stato teoricamente sotto e avrebbe perso.

Farisei della fantomatica inesistente minoranza Pd hanno preferito votare sì o uscire. E gli altri usciti o non presenti? Farisei essi stessi!


---


Dopo ciò secondo passaggio in Camera.

454 votanti su 630. Gli stessi della prima votazione (ma gli assenti che lavoro fanno?).


Questa volta i 316 Sì diventano 277 i 137 No diventano 173.

Considerando i 277 Sì si può dire che la legge passa con meno della metà della Camera favorevole (315) e che se gli assenti avessero votato No il Governo sarebbe stato battuto.

173 + 176= 349



---

Questi sono i numeri e questi sono stati gli atteggiamenti del nostro Parlamento.

Naturalmente della scuola pubblica, democratica, antifascista, tollerante e comprensiva, inclusiva e multiculturale, pronta a prendersi carico di una società alienata e alienante, della disintegrazione del concetto delle famiglie tradizionali e non abbastanza coraggiosa per aprirsi a forme di sentimento diverse come l'omosessualità, quella scuola è stata difesa dal M5S e da pochi altri.

L'affaire Scuola è appena iniziato. Ci sono in ballo, se non la democrazia e i principi repubblicani, cari a pochi, una valanga di voti per le prossime elezioni.

Che queste elezioni siano prima possibile!

Altrimenti i giochi di Mafia Capitale, di cui il Pd è regista incontrastato, entreranno nei Collegi Docenti e nelle Presidenze.

E sarà ancora peggio.

Il popolo italiano, come quello greco, è molto più coraggioso di ciò che si creda.

E il futuro è a Cinquestelle e con una scuola veramente moderna, veramente democratica, veramente meritocratica.

Non addomesticata, non imbavagliata, non scelta.

Libera.

La sola libertà è il più grande insegnamento che la scuola pubblica ha, purtroppo, perso.

W la Scuola!