I miei libri
Libri pdf
http://www.frasicelebri.it/argomento/poesia/
http://www.frasicelebri.it/citazioni-e-aforismi/frasi/amore/
Italian English French German Portuguese Russian Spanish Turkish



Libri pdf
Home POLITICA Blog politico La Barcaccia e i vandali barbari beoni dell'Olanda

La Barcaccia e i vandali barbari beoni dell'Olanda


Share

 

Il solito schifo dell'umanità. Questa volta gli Italiani non c'entrano nulla. Si tratta di un gruppo di tifosi (leggi criminali, delinquenti, idioti, frustati, alcolizzati) di origine olandese.

Questo è ciò che hanno fatto a Roma, a Piazza di Spagna, al momunemento del Bernini noto con il nome di Barcaccia.

L'Olanda è un paese di poca cultura, nato da molti conflitti e molta confusione, la cui storia è illustrata da una manciata di uomini nel corso dei secoli. Gente anche buona, gente anche valida, innamorati del Bel Paese viaggiavano nel Quattrocento e nel Cinquecento per venire ad ammirare i monumenti e l'arte della nostra antica e bella addolorata civiltà.

Oggi invece l'Olanda dà uno spettacolo al mondo di Barbari ottusi, di ignobili ignoranti, di violenti senza cervello.

Però sono quegli olandesi e non tutti gli olandesi. Quell'Olanda e non tutta l'Olanda.

Diviene tutta l'Olanda partecipe del crimine quando quasi giustifica un atto simile. Diviene tutta l'Olanda quando non promette a chi torna non la salvezza in patria ma la galera.

Scalfire e infestare così la Barcaccia e Roma, però, ha responsabilità anche italiana: il governo, innanzitutto; poi il questore che preferisce danni a vittime. Cosa c'entra? Allora facciamo fare loro tutto ciò che vogliono. I prossimi tireranno giù Giordano Bruno o romperanno Piazza Navona?

Poi il sindaco inetto, i negozi che vendono bottiglie di birra a quell'ora (??? o avevo scorte da prima?).

E quel che non segue è responsabilità nostra. Tutta nostra. Di un popolo che si indigna su Internet e che non scende in piazza che prende a pedate educative governi, massa, ministri, sindaci e stranieri vili e ignoranti.

Che Roma non sia più Roma è cristallino. Che almeno grazie ai grandi monumenti dei grandi l'italiano pio di cuore riesca a rinverdire alla memoria antichi fasti di civiltà, arte e cultura, almeno questo dobbiamo ricordarlo e pretendere che sia.

A Roma non resta che ciò che fu.

E sia.