I miei libri
Libri pdf
http://www.frasicelebri.it/argomento/poesia/
http://www.frasicelebri.it/citazioni-e-aforismi/frasi/amore/
Italian English French German Portuguese Russian Spanish Turkish



Libri pdf
Home POLITICA Blog politico Elemosina, corruzione e orgoglio

Elemosina, corruzione e orgoglio


Share

Subito dopo Pasqua, gli Apostoli e i primi discepoli si sentirono crocifissi dal dolore per la morte di Gesù e felicemente increduli per la sua resurrezione (prima che apparisse ad altri, a molti).

Così succede oggi.

Dopo gli ultimi eventi eversivi avvenuti tra Gennaio e Aprile, la caduta di Letta, l'incarico "avotato" dato da un sempre peggiore Napolitano ad un ganzo rampollo delle peggio cose dell'era berlusconiana, oggi ci troviamo con un governicchio né di Centrosinistra né di Centrodestra e in una situazione di imbarazzo palese.


Adesso va di moda parlare di aiuto ai bisognosi.

a) Lo fa papa Francesco, che manda il suo elemosiniere a distribuire soldi, a pezzi da 50 euro, ai senzatetto di Roma; bel gesto ma un palliativo; buon gesto, se non fosse scoppiata davanti al mondo l'ennesimo caso di doppiezza di quella che lo stesso Pontefice ha ribattezzato come una setta gay in Vaticano, ovvero il caso dell'appartamento di 700 mq di proprietà del cardinal Bertone! Che bestemmia al Vangelo, che ipocrisia! Ritorniamo alla Passione, tante volte letta e mai tanto incompresa.

Bertone, che nella Passione di oggi dovrebbe, da cardinale, se non interpretare Cristo (che è il sogno e l'impegno di ogni cristiano), almeno essere un Giovanni sotto la croce o un Pietro penitente e che si ritrova invece è più Anna o Caifa o Pilato.

Papa Francesco, che vive in un appartamento più modesto, ha buon linguaggio, buoni gesti, grande comunicazione e credo anche animo corretto e pio, ma ha una struttura davvero miserevole e che i tempi di oggi destineranno ancora di più alla colpevolezza se non si cambi radicalmente ed efficacemente tutto.

b) Lo fa Renzi, il quale, anziché distribuire l'elemosina (cioè un'offerta ai più poveri), distribuisce un contentino, una specie di mazzetta... a chi? Ai redditi medi! Perché? Ufficialmente per far respirare la gente e magari far ripartire i consumi... Come, con 80 Euro? Eppure, dal gran casino che si sta facendo per questi 80 euro sembra che domani l'Italia debba vedere la luce. E poi, gli incapienti, coloro che non hanno il reddito minimo per ambire a questo contributo-mazzetta. Lasciati fuori? Vedremo, dicono...

Questo sistema è tanto squallido così come inefficace, per lo più. Sicuramente alcune persone troveranno in questo gesto qualcosa, io, invece, ci vedo solo una bassa demagogia di scuola berlusconiana.

Il punto forse è proprio questo: Renzi sembra a molti come il prosecutore della nonpolitica femminilista, velinesca, idillicodipendente, volgareesca e idolatricopersonalistica che il tizio di Arcore ha per anni proposto e con la quale ha vinto.

Pure nessuno ha capito questo: che l'unico vincitore è proprio il milanese.

Quando l'Europa l'aveva sfiduciato e gli è subentrato Monti, cosa ha fatto? Ha affidato le redini del partito ad Alfano ed è sparito per mesi dai tg. Quando la gente ha dimenticato la portata storica di quell'onta è tornato, ha dato dell'incapace al suo galoppino e ha ripreso dittatorialmente il comando di quel partito di servi. Infatti, nel Febbraio 2013 è risultato comunque in risalita dopo quell'indimenticabile tour de force elettorale che ce l'ha mostrato dappertutto, onnipresente, persino nelle trasmissioni dei suoi nemici storici. Ma tant'è, è riuscito...

Quindi, dopo questo ha atteso che la lenta giustizia italiana lo condannasse, ad Agosto, che decadesse da senatore e che, qualche giorno fa gli desse da scontare una pena ridicola di 10 mesi per alcune ore settimanali in un centro anziani, senza però proibirgli l'andare a Roma e parlare e fare politica. BERLUSCONI è UN PREGIUDICATO E QUESTA SENTENZA è ANTICOSTITUZIONALE, ANTIREPUBBLICANA E ANTIDEMOCRATICA!!! QUESTO PAESE è SCHIAVO!!!


Dalla condanna alla pena c'è stato lo strappo del suo maggiordomo? Ne ha scelto un altro, un giornalista.

Egli non è presente, manda dei "missi dominici" a fare il lavoro sporco, a metterci la faccia, esce in tv col contagocce ma sempre calcolando il risultato.

L'ex senatore è il vincitore di tutto questo complesso e tragico epilogo di un'era di storia italiana fatta ancora di intrallazzi, compromessi, compravendite e corruzione.

80 Euro, panem et circenses, e siamo tutti contenti...

80 Euro per i tuoi principi! Non è un affare?



c) Renzi sforna promesse (come il suo inillustre predecessore!), il Pd lo sostiene, il Pdl votata le cose che propone tranne poi, con vari esponenti, criticare le mosse del governo (ipocrisia farisaica, il peggio è che il popolo italiano tale dicotomia, tale sindrome da Dottor Jekyll e Mister Hide non la comprende!), il Movimento 5 Stelle ipercritica ma dimostra poca compattezza interna e troppa gerarchialità e, infine, i piccoli partitini come il NCD, Scelta Civica o Fratelli d'Italia feat Alleanza Nazionale tornano all'attacco.


Cosa succederà alle elezioni europee?

Sono uno storico, non un indovino ma so cosa dovrebbe succedere. Come in tutta Europa, quando c'è crisi si tende a cambiare il colore del governo. Si tende agli estremismi. Si tende a Destra, per lo più. Si pensi, poi, che la Destra italiana ha quei cavalli di battaglia molto più rabbiosi che i leggiadri e non creduti ideali dell'estrema Sinistra (quasi non pervenuta), posso dunque già dire che la Destra farà grande balzo, che Pd perderà ma terrà, che il Pdl sarà lì e che, nel tripartito che si è formato già nelle scorse elezioni, dovrebbe prendere moltissimi voti anche il movimento grillino.


Io penso che il primo partito sia comunque quello dell'astensione. Uno sbaglio ma anche un segnale se ci fossero politici onesti si morderebbero le mani...

Poi potrebbe essere primo partito quello di Grillo (che però manca molto al Sud) e quindi direi, purtroppo, Pdl

Terzo il Pd o secondo solo perché al Sud ha più sezione e più mercato...

Gli altri il solito insignificantismo politico italiano.

 

Le intenzioni di voto ad Aprile 2014 per Scenari PoliticiPer Polisblog questo voterebbero a fine Marzo '14 gli Italiani

Sondaggio Ipsos del 15 Aprile 2014

 

 


c) Ultimo punto è la mancanza di soluzione extrapolitica. L'insistenza del silenzio della società italiana, non edotta, non pronta, non forte a dimostrazione pacifiche ma radicali di cambiamento (blocco di interi settori produttivi, sciopero a oltranza e per molti giorni di aziende pubbliche e private, rivolta fiscale con gli imprenditori di tutta una regione che scelgono di non pagare più un euro di tasse prima che le amministrazioni pubbliche rivedano le tasse sul lavoro o ritornino i grandi debiti che hanno...).

Questo immobilismo ha prodotto la secolarizzazione della politica, il suo inschifimento e la sua totale e assoluta lontananza dal cuore della gente, fatto, questo, che solo potrebbe e dovrebbe giustificare l'orgoglio degli Italiani a dire:


Tieniti i tuoi 80 Euro, io non vendo la mia dignità per nessuna cifra, non la vendo a nessuno, specialmente a mercanti come voi, ma sono un italiano, nato dal genio italico, orgogliosamente e fieramente cittadino di una nazione grande nel mondo, sorella a tutte le religioni e a tutti i popoli della Terra, portatrice di messaggi di pace, fratellanza, solidarietà, giustizia e libertà!