Vito Lorenzo Dioguardi - Blog

Libripdf.com
Libri pdf
Frasi celebri
http://www.frasicelebri.it/argomento/poesia/
http://www.frasicelebri.it/citazioni-e-aforismi/frasi/amore/
Italian English French German Portuguese Russian Spanish Turkish
Entra nel sito



Libripdf.com
Libri pdf
Home Home Blog Blog IL PROCLAMA DI UN REPUBBLICANO: VIA I RE E LE REGINE DALL'EUROPA PRIMA E POI DAL MONDO

IL PROCLAMA DI UN REPUBBLICANO: VIA I RE E LE REGINE DALL'EUROPA PRIMA E POI DAL MONDO


Share

Amici che leggete, ascoltate, vi prego, queste mie parole.

Nella Vecchia Europa ancora oggi ci sono troppe teste coronate, molte di più di quelle che credereste se non le contaste. Queste teste coronate costano ai popoli non sono e non già in termini economici, bensì in termini sociali e morali.

Sono un costo sociale perché la loro istituzione, sebbene "costituzionale", sebbene moderata, fonda la società di quel Paese sul concetto schematico di piramide feudale piuttosto che di circonferenza (evangelico-rivoluzionaria).

Sono un costo morale perché le monarchie, antiche e non, si fondano sul concetto che Dio abbia affidato ai re il potere.

Che Dio abbia affidato il potere a un uomo (o una donna) sugli altri non è vero dirlo nemmeno dei profeti come Mosè, perché tutti gli uomini che Dio ha scelto nella Bibbia sono piuttosto "servitori" del proprio popolo e "sacerdoti" del proprio popolo, piuttosto che tiranni e governatori; che si dica, poi, che il re è re per volontà divina è una farsa medievale oramai trapassata. Così come che i Papi siano emanazione diretta della volontà di Dio, quando poi si viene a scoprire dei molti Papi corrotti. Anch'essi sono scelti dagli uomini per compiere la volontà di Dio e sono uomini di Dio se seguono la Sua via, altrimenti non lo sono.

Perciò dire che i re siano leggittimamente al proprio posto sui troni d'Europa è un'eresia religioso-politica di altri tempi che perdura nel nostro.

E che ci siano troppi re è chiaro da questa piccola lista di Paesi che ne conservano:

Inghilterra

Spagna

Montecarlo

Danimarca

Svezia

Lussemburgo

Belgio

Norvegia

 

Lo Stato monarchico per eccellenza, il Vaticano, crea da secoli la profonda discrasia tra la politica religiosa e la fede religiosa.

Per questo molti fedeli, me compreso, auspicano una diversa amministrazione della Chiesa, partendo dal Vaticano stesso.

La libertà delle repubbliche democratiche è il regime di governo ideale per avvicinarci alla verità, anche in politica.

Rispetta libertà e libero arbitrio, rapprensentanza e sogno di essere uno uguale all'altro in un crechio metafisico al cui centro c'è davvero il fuoco della Saggezza che è la più alta delle manifestazioni di Dio.

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento (Martedì 05 Giugno 2012 11:20)